giovedì 26 settembre 2013

Cambio di rotta.




Mentre c’è sempre più da fare perché la data del trasloco è ormai imminente e noi siamo ancora in alto mare perchè il tempo per dedicarcisi è troppo poco, io continuo a rivoluzionare la mia vita, come se tutto questo trambusto non bastasse.
Qualche giorno fa ero in ufficio quando sono stata contattata dalla direttrice del personale di un’azienda alla quale avevo inviato il mio curriculum tempo fa. Non potendo parlare molto, essendo per l’appunto sul posto di lavoro, l’ho ascoltata a grandi linee chiedendole poi di poterla richiamare successivamente. A discorsi fatti, ho valutato l’offerta che mi è stata proposta, mi sono confrontata con le persone a me più care e, alla fine, ho deciso che ci avrei voluto provare e che, per questo, sarei stata disposta a lasciare quel posto di lavoro che pochi mesi fa accolsi a braccia aperte. Il motivo determinante che mi ha spinto verso questa decisione è stata la maggiore validità di questa offerta, sotto tutti i punti di vista. Inoltre, dove lavoravo (si, mi sono licenziata) nel momento in cui fui assunta mi venne chiaramente detto che una volta terminato il progetto mi avrebbero mandata a casa. Quando sono andata a comunicare al mio capo le mie intenzioni di licenziamento, mi è stato detto che ho preso una decisione troppo affrettata ed errata, perché non ho valutato la possibilità di collaborare con loro in futuro. Ho prontamente replicato dicendo che le sue parole furono chiare: per me lì non ci sarebbe stato posto, al termine del contratto. Lui ha sostenuto che io non ho considerato che in questo tempo le cose potrebbero essere cambiate. Peccato che a me nessuno ha mai fatto percepire il contrario. In ogni caso, nonostante mi sia trovata bene con loro, credo che avrei comunque colto quest’altra opportunità.
Sono già nella nuova azienda, ho un nuovo ufficio e nuovi colleghi. Sono all’inizio della mia esperienza lavorativa e non voglio chiudermi nessuna porta, ora che ancora posso. L’eccitazione di questo nuovo inizio è avvolta dal timore dell’affrontarlo, ma io sono pronta a farlo.

33 commenti:

  1. Sei stata coraggiosissima a metterti in gioco, e non mi pare affatto una scelta avventata la tua: un conto è lasciare la certezza per l'incertezza, ma nel tuo caso mi pare che si tratti proprio del contrario, hai fatto benissimo!
    Ora capisco perche' stai scrivendo così poco ultimamente, devi essere presissima!
    In bocca al lupo per tutto, un abbraccio!
    P.S. questo commento è pieno di "issimi", mi hai proprio coinvolta :)

    RispondiElimina
  2. brava! hai fatto bene :) bisogna rischiare.. :) soprattutto se dove eri non c'erano garazie per il tuo futuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La garanzia non c'è nemmeno qui, perché oltre che dall'azienda dipende anche da me e dalle mie capacità. Però ho ritenuto questa come un'opportunità migliore che non volevo perdere. Bacio

      Elimina
  3. Ci vuole coraggio a fare certe scelte perché scegliere significa anche rinunciare e questo e' sempre un'incognita, ma io sono come te, seguo l'istinto e dell'ignoto non mi spavento. E' come scalare una montagna: costa fatica ma il panorama che si vede dalla vetta e' senza pari. Complimenti Princi per il coraggio, l'intraprendenza e la capacità di mettersi sempre in gioco e non accettare scelte facili. Tutto questo sarà premiato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scelta non è stata facile e certamente è servita una buona dose di coraggio sia per prendere la decisione che per affrontare la situazione. Il rischio fa parte del "gioco", inevitabilmente, ma io ho deciso di fronteggiarlo.

      Elimina
  4. Brava Princi, hai fatto benissimo a lanciarti in questa nuova avventura, coraggiosa ma determinata. In bocca al lupo per tutto!! :-)

    RispondiElimina
  5. Mi sembra che tu abbia fatto una scelta ponderata e sia stata anche chiara con i precedenti datori, secondo me hai fatto una scelta buona... Qualsiasi cosa ti dicano i datori di lavoro devi pensare che alla fine è il tuo futuro quello su cui si parla e a farne i conti sei tu alla fine.
    Io mi sono licenziata un po' di tempo fa ormai.. Senza avere un altro posto, ma so che se fossi rimasta dove ero ci avrei solo rimesso in salute. Ma la cosa più bella è stato dire tutto ciò che pensavo in faccia al mio capo ;-P

    RispondiElimina
  6. Mi viene in mente "ogni lasciata è persa" e questo per il discorso e il comportamento del tuo capo.. La situazione lavorativa italiana è in un periodo molto critico (ma da quanto ormai?!), quindi capisco che le aziende cerchino di non sbilanciarsi troppo, ma parole di approvazione e riconoscimento nei confronti del nostro operato, sono gesti gratuiti che fanno piacere a tutti..
    Brava! In bocca al lupo :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, mica avrei preteso di firmare un contratto, ci mancherebbe. Però avrebbe perlomeno potuto farmi capire che le intenzioni iniziali non necessariamente sarebbero state rispettate.

      Elimina
  7. Brava tu! Condivido pienamente la tua scelta, in bocca al lupo per tutto questo 'nuovo' che ti invade!!

    RispondiElimina
  8. Hai colto l'attimo e sono sicura che hai fatto bene! Di che ti occupi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono laureata in economia e la specializzazione in Finanza Aziendale e mercati finanziari e mi hanno assunta per una posizione inerente a questo titolo di studio. Baci

      Elimina
  9. Che coraggio spettacolare!!!! Và dove ti porta il cuore...
    Un bacione
    Dany

    RispondiElimina
  10. Ma è meraviglioso! è bello quando tutto si muove e si muove nel verso giusto...
    In bocca al lupo per il nuovo impiego... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi! Grazie per essere passata di qui;)

      Elimina
  11. In bocca al lupissimo guarda!Se l'offerta era più conveniente hai fatto benissimo a farlo! Soprattutto in questo periodo in cui si mandano cv a tutto il mondo senza ricevere mai risposta!

    RispondiElimina
  12. Princi, sono bellissime notizie, io avrei fatto esattamente la stessa cosa, ti mando un bacione accompagnato dal mio in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  13. hai fatto benissimo! io al contrario avendo il posto fisso ho una paura tremenda a cambiare visto i tempi che corrono... in bocca al lupo! ciao buona domenica, andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, tienitelo stretto considerati i tempi.

      Elimina
  14. Hai fatto bene... siamo giovani e dobbiamo rischiare un po' ora che possiamo farlo, soprattutto se ci si presenta un'offerta che ci sembra possa garantirci prospettive migliori. Io mi trovo bene in redazione, sto imparando tanto, ma continuo a fare colloqui e ad inviare curriculum. Non potrò lavorare gratis in eterno!

    RispondiElimina
  15. Beh, se si tratta di qualcosa che ti rappresenta meglio e ti dà più soddisfazioni, hai fatto bene! Auguri per il nuovo lavoro1

    RispondiElimina
  16. Secondo me hai fatto benissimo ad intraprendere questo nuovo percorso!
    tanto in ogni caso con la precarietà di questi tempi non avresti avuto comunque nessuna sicurezza, quindi tanto vale seguire la scelta che ti si addice di più! ;)
    In bocca al lupo!!!
    Un bacio!
    S

    http://s-fashion-avenue.blogspot.it/

    RispondiElimina
  17. in bocca al lupo per il nuovo lavoro!!

    RispondiElimina
  18. che il nuovo lavoro possa andare nel migliore dei modi e possa darti splendide e ricche soddisfazioni!

    RispondiElimina