martedì 6 novembre 2012

Tra prendere e lasciare ho scelto... PRENDERE!


Qualche sera fa, esco a fare una bevuta con la mia amica G. Le racconto un po’ di come sto organizzando il mio viaggio a Londra, spiegandole che per un mese intero farò un corso intensivo di lingua in una scuola riconosciuta dal British Council, in modo che potrò poi inserire l’attestato nel curriculum perché riconosciuta a livello internazionale e che dopo vorrei trovarmi un lavoretto per praticare un po’ l’inglese. Le spiego che sono entusiasta ma allo stesso tempo un pochino preoccupata perché partire da sola alla volta di una città sconosciuta mi prende un po’ male, anche se sono perfettamente conscia del fatto che sto andando incontro a una delle esperienze più stimolanti della mia vita.
Fino alla serata con G. l’unica cosa su cui non avevo dubbi era la scuola, ormai l’avevo scelta anche se non ancora prenotata. E questo dimostrava la mia titubanza verso il fare/non fare questa esperienza. Mi ero informata sulle varie tipologie di corso, sui prezzi, sulle attività svolte, su tutto, ma ancora non avevo prenotato, pur ripetendomi che certi treni passano una sola volta nella vita e questo, sicuramente, non sarebbe più ripassato. Prendere o lasciare?
G., improvvisamente, mi dice che non essendo mai stata a Londra vorrebbe andarci e accompagnarmi sarebbe l’occasione giusta. Io percependo la sua volontà di partire mi sento subito più sollevata e tranquilla.
Nel giro di poco abbiamo prenotato il volo, partiremo di giovedì mattina e poi G. la domenica tornerà via. Sono contenta, perché arrivare là insieme mi prende sicuramente meglio e soprattutto quattro giorni a Londra io e lei saranno fantastici. Non vedo l’ora!


Avevo mille incertezze sull’alloggio, perché prenotare dall’Italia una stanza in una casa non mi convinceva troppo e poi avrei voluto qualcosa che fosse vicino ai mezzi e non sperduto chissà dove. Comunque contatto un signore, che sarebbe il fratello di un collega del mio ragazzo, perchè affitta un appartamento a Londra. Mi faccio dare l’indirizzo in modo che con Google Maps avrei potuto individuare la zona e soprattutto il tragitto da percorrere per arrivare a scuola. Subito noto che l’appartamento è piuttosto lontano da qualsiasi mezzo. Per raggiungere una fermata di metro servono quasi 30 minuti di bus. Decido di chiamare una coppia di amici che vive a Londra per chiedere consiglio. Mi sconsigliano quella casa perché troppo lontana e mi propongono di appoggiarmi da loro in attesa di trovare una soluzione migliore al mio arrivo. Il fatto di rimanere qualche giorno da loro mi rende ancora più tranquilla, perché a quel punto potrò andare a cercare casa sul posto.
Adesso tutto prende forma: volo prenotato, corso di lingua prenotato, alloggio (momentaneo) trovato. Quindi:

il 22 novembre partooooooooooo!!!




16 commenti:

  1. E ci dovrai aggiornare su tutti gli sviluppi...e se una sera ti sentirai sola ricordati che si siamo sempre noi per un pò di compagnia!!! Sarà un'esperienza utilissima e dopo averla fatta ne sarai così orgogliosa che tutte le difficoltà saranno dimenticate!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, vi terrò sicuramente aggiornate. Ed è qui che mi rifugerò a raccontare le gioie e le difficoltà di questa esperienza. E sapere che c'è qualcuno che mi terrà compagnia, sicuramente mi farà sentire meno sola.

      Elimina
  2. Bello, brava!
    Era il mio sogno, una volta laureata, quello di partire per un po', a tempo indeterminato in realtà.
    Poi ho rimandato. E il viaggio non si è fatto più.
    Parti subito!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, è proprio questo il punto, è necessario partire SUBITO. Rimandare significherebbe rinunciare, perchè non mi ricapiterà più l'occasione di fare un'esperienza così. Posso farla ora perchè mi sono appena laureata, ma una volta che troverò un lavoro "serio" non è che potrò partire per 3-4 mesi o addirittura per un tempo indeterminato.

      Elimina
  3. Ma è meraviglioso! Il 22 novembre è alle porte ormai. Penso che tu ti sia organizzata davvero bene, e certo avere alcuni punti fermi all'inizio ti aiuterà molto. Porta l'ombrello cara e un foulard: Londra è umida perennemente e non sai mai quando comincerà a piovere. Evita il quartiere si Soho se sei da sola: è frequentato da trans, gay e squillo. Se però ci vai in compagnia ti diverti un casino! Facci sapere(sei toscana pure te? tipo vicino alla costa?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, organizzata così sono più tranquilla. Grazie per le dritte! Sono toscana anche io, abito a 5 minuti dal mare. Infatti ho colto subito il deh;)

      Elimina
  4. Che bella Londra, ci sono stata un po' di anni fa..Bella per una vacanza o per studiare ma non ci abiterei MAI...è una metropoli, è grande, immensa..mi fa paura l'idea di quella vastità incredibile.
    Tu evita comunque di andare in giro da sola alla sera...secondo me è meglio!
    Chi è G. che ti accompagna? hai parlato al femminile quindi non è il tuo ragazzo! sono curiosissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente Londra è moooolto grande. Il passaggio dal mio paesino alla metropoli sicuramente non sarà scontato. Poi vi farò sapere! G. è una mia amica d'infanzia. Purtroppo Lui non potrà accompagnarmi, potrà raggiungermi solo dopo un paio di settimane. Altrimenti sarebbe venuto di corsa, senza dubbio. E G. ha colto la palla al balzo per farsi qualche giorno di vacanza;)

      Elimina
    2. Ti porti il pc vero????? che toghi gli aggiornamenti londinesi...non vedo l'ora!!!

      Elimina
    3. Certo! Senza pc non mi muovo;)

      Elimina
  5. Eh questa è l'esperienza che ho provato a fare io...purtroppo non mi è andata benissimo. Sarà che ho scelto Leeds invece che Londra, perchè a Londra ci sono più stranieri che inglesi, però non è andata benissimo. Il progetto era partire a settembre e tornare a casa a giugno...e invece starò qua solo 3 mesi, riparto il 15 dicembre per problemi vari. Vabbè lo considero una specie di erasmus visto che la mia uni non aveva l'inghilterra tra le varie destinazioni. Io comunque mi sono laureata a luglio e sono un'interprete e al ritorno in italia troverò sicuramente lavoro come interprete nelle fiere e all'inizio mi arrangerò con quello :D
    Ti auguro tanta fortuna. Sicuramente incontrerai un sacco di bella gente da tutto il mondo e questo è bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. In che senso non ti è andata benissimo? Scusami se te lo chiedo, ma magari posso trarne un consiglio. In bocca al lupo per il tuo lavoro di interprete. Ci terremo aggiornate;)

      Elimina
    3. la casa è un disastro...l'ho affittata online e ora che voglio andarmene non posso cancellare il contratto che dura fino a giugno. ora sto cercando una coinquilina come una pazza ma è difficile :(

      Elimina
    4. Ho capito, grazie per avermelo detto. Ci starò attenta. In bocca al lupo per tutto!

      Elimina
    5. prego figurati!augurissimi!

      Elimina